Emotivamente connessi: l’osmosi emozionale tra noi e il nostro cane

Noi esseri umani comunichiamo con i nostri cani in tanti modi: con la voce, con il corpo, con lo sguardo. Ma molto spesso ci dimentichiamo che possiamo comunicare anche in un altro modo: con le nostre emozioni, attraverso l’osmosi emozionale.

E questo concetto diventa ancora più importante quando si ha a che fare con un cane speciale: lavorare sulle nostre emozioni può diventare un modo per lavorare sulle emozioni del cane e di conseguenza sul suo comportamento.

L’osmosi emozionale è reale!

osmosi emozionale -Just My Dog

Il concetto di osmosi emozionale si riferisce alla trasmissione e condivisione di emozioni tra cane e umano. In pratica, questo significa che se io sono spaventata, il mio cane può sentire la mia paura e di conseguenza provare un’emozione simile. Ecco perché per lavorare su problematiche comportamentali causate dalle emozioni, è importante riuscire a lavorare anche sul proprio stato d’animo.

Personalmente, ho potuto sperimentare questa connessione con Argos in diverse occasioni. Mi è capitato di arrabbiarmi e notare che la reattività di Argos era decisamente aumentata. La stessa cosa mi è successa con la paura: se non mi sento tranquilla per qualunque motivo, Argos dimostra paura anche se all’apparenza non se ne comprende il motivo.

Qualche studio in proposito

Tutti i proprietari di cani attenti avranno notato questa connessione emotiva. Non si tratta affatto di una suggestione, ma è una connessione reale, studiata anche da accademici che si occupano di comportamento animale.

Il Professor Biagio D’Aniello del Dipartimento di Biologia dell’Ateneo Federico II di Napoli, ha dimostrato assieme al suo team  che questa trasmissione avviene grazie a segnali olfattivi: il cane annusa letteralmente le nostre emozioni.

Uno studio simile è stato condotto anche dalla Dott.ssa Iris Schoberl, dell’Università di Vienna, che ha confermato che cani e proprietari si assomigliano emotivamente. In particolare, analizzando più di 100 binomi umano-cane, ha notato che l’ansia e la paura sono le emozioni che più facilmente influenzano il cane.

Lavorare sul nostro cane lavorando su di noi

osmosi emozionale - Just My Dog

Lavorare sulle proprie emozioni è difficilissimo, è vero. Ma è un passo fondamentale per riuscire a lavorare davvero sulle emozioni del nostro cane e sui comportamenti che ne scaturiscono.

Ad esempio, il vostro cane è molto timoroso? Provate a smettere di avere paura che lui abbia paura. Provate a vedere il mondo con occhi fiduciosi e positivi: sarà il primo tassello di un lungo lavoro per aiutare il vostro cane ad uscire dal suo guscio.

Il vostro cane è reattivo verso i cani o verso le persone? Cercate di essere più rilassati voi stessi, non abbiate paura e cercate di trasmettere al vostro cane calma e sicurezza. Per ridurre la sua reattività, dovete lavorare anche sul vostro livello di stress.

È capitato anche a voi di notare una connessione emotiva con il vostro cane? Raccontatemelo nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enjoy this blog? Please spread the word :)