Come evitare spiacevoli “incidenti” tra cani al guinzaglio

Quando si passeggia con il proprio cane al guinzaglio, può capitare di incontrare altri binomi proprietario-cane. Qual è la regola giusta in questo caso? Avvicinarsi o no? Beh, la risposta non può essere univoca perché dipende da tanti fattori. Ecco due scenari e qualche consiglio per evitare “incidenti” tra cani al guinzaglio.

Quando far avvicinare due cani al guinzaglio

Contrariamente a quello che pensano molti proprietari di cani, l’incontro al guinzaglio non è del tutto errato. Bisogna solo essere in grado di farlo in maniera corretta e rispettando i segnali di entrambi i cani. Per prima cosa, siate consapevoli delle possibili reazioni del vostro cane, senza però essere voi stessi la causa di reazioni negative. Mi riferisco al fatto che, anche inconsapevolmente, potreste trasmettere al vostro cane ansia e paura, stati d’animo che potrebbero causare reazioni poco amichevoli nei confronti dell’altro cane.

Cercate di “leggere” i segnali che manda l’altro cane ( e anche l’altro proprietario): se notate che il cane è rilassato e festoso, non c’è motivo di non avvicinarsi.

Evitate di strattonare il vostro cane e lasciando il guinzaglio morbido, invitatelo a conoscere il nuovo amico: le occasioni di socializzazione sono sempre troppo poche, meglio sfruttarle tutte.

Quando non far avvicinare due cani al guinzaglio

cani al guinzaglio - Just My Dog

Esistono però delle situazioni in cui è chiaro che l’incontro non sarà positivo. In questo caso, meglio evitarlo, invitando il cane a cambiare direzione, senza strattonarlo o trascinarlo sull’asfalto.

Osservate sia la postura del vostro cane che dell’altro cane: il corpo è rigido? Lo sguardo è fisso? Se la risposta è sì, è possibile che l’incontro non abbia un esito positivo. In questo caso, meglio evitare.

Evitate di avvicinarvi anche se notate che l’altro cane ha ferite o problemi fisici. Quando un cane sta male, può avere delle reazioni negative.

Infine, considerate sempre l’altro cane: se il vostro dimostra voglia di avvicinarsi ma l’altro cane manda segnali completamente opposti, lasciate stare e rispettate la sua necessità.

Se poi è il vostro cane ad avere necessità di spazio, non esitate a chiederlo. Potete anche usare metodi come pettorine, bandane o altri accessori che segnalano il disagio del vostro cane, inviando un chiaro messaggio agli altri proprietari. Cercate però di risolvere il problema del vostro cane, lavorando sulla sua socializzazione con un istruttore cinofilo.

Un incontro corretto al guinzaglio

cani al guinzaglio - Just My Dog

Se avete deciso che i due cani si possono incontrare, cercate sempre di rispettare le “norme canine” per gli incontri. Se osservate le interazioni di due cani liberi, noterete che gli incontri avvengono seguendo precisi rituali: ci si avvicina lateralmente, si lascia spazio all’altro, ci si annusa con discrezione e poi si può interagire di più (se entrambe le parti sono d’accordo).

Cercate quindi di insegnare al vostro cane ad approcciarsi ai suoi simili in maniera corretta: mai avvicinarsi in linea retta, fare una curva in avvicinamento, lasciare all’altro il tempo necessario per essere a proprio ago. Evitate qualunque strattone del guinzaglio e cercate di guidare il cane con la voce e con gesti della mano.

Per imparare il corretto approccio, è bene lavorare con un cane che conosce le regole, seguiti da un educatore cinofilo o un istruttore.

Qual è il vostro approccio quando vi capita di incontrare altri cani?