Ecco perché abbaiare è un diritto del cane

Qualche giorno fa, mi sono imbattuta in una pubblicità su Facebook che mi ha profondamente colpita. Si pubblicizzava un prodotto che, inviando dei segnali acustici o elettrici (non ho approfondito) al cane, prometteva di farlo smettere di abbaiare. Nel video si vedevano cane che venivano messi a tacere con questo dispositivo e proprietari soddisfatti. Dal canto mio, io ero inorridita dalle scene che vedevo: credo fermamente che abbaiare si un sacrosanto diritto di ogni cane, così come noi abbiamo il diritto di parola.

 

Perché il cane abbaia?

cane che abbaia - Just My Dog

Prima di cercare di reprimere un comportamento, bisogna andare a capire perché il cane si comporta così. Ne avevo già parlato in un altro articolo, che potete trovare qui, ma anche in questo caso è utile trattare ancora l’argomento. Il cane abbaia sempre per comunicare qualcosa. Che cosa, sta a noi capirlo. Può essere noia, eccitazione, risposta ad una sollecitazione esterna (ad esempio un rumore forte), paura, ansia, stress. Insomma, dietro ad un abbaio si nasconde molto altro e sta a noi proprietari interpretare e capire il nostro cane. Risolvendo quello che si cela dietro all’abbaio, potremmo anche riuscire a ridurre l’abbaio del cane, che in certe circostanza può essere un problema.

Ma quello che un proprietario coscienzioso non può fare, a mio parere, è spingere un pulsante e inibire un comportamento del proprio cane. Mettiamo il caso in cui il cane stia abbaiando perché a paura o è stressato. Sentirà questo fischio, o peggio ancora una scossa elettrica, e la sua paura non farà che aumentare perché si sentirà inibito e proverà dolore e fastidio. È davvero questa la vita che vogliamo dare al nostro cane? Forse allora, era meglio non prendere affatto un cane, dopotutto.

 

Ad un diritto corrisponde anche un dovere

cane che abbaia - Just My Dog

Se il cane ha diritto ad abbaiare, i nostri vicini di casa e le persone che ci circondano, hanno anche diritto a non essere disturbati. Come sempre, più che il bianco e il nero, deve prevalere il grigio. Per questo, bisogna anche essere responsabili e cercare di ridurre gli stimoli al cane durante le ore di riposo. Per quanto possibile, bisogna anche lavorare per cercare di ridurre gli abbai, soprattutto se sono conseguenza di un disagio psicologico del nostro cane. Non solo faremo contenti i vicini, ma (soprattutto) faremo stare meglio il nostro cane. Parlo ad esempio di quei casi in cui il cane abbaia o si lamenta quando resta solo. Come ho scritto in questo articolo, esistono delle strategie che si possono mettere in pratica per ridurre l’ansia da separazione del cane e si può lavorare con l’aiuto di un educatore cinofilo per risolvere il problema.

 

Qual è la vostra opinione in proposito? Mettereste mai un collare anti-abbaio al vostro cane?